La 'Cittadella del Volontariato' di Barletta incontra positivamente il sindaco

«Lo scorso martedì 11 giugno, alle ore 9:30, presso il Palazzo di Città, si è tenuto il programmato incontro tra il Sindaco di Barletta, Mino Cannito, e la delegazione delle associazioni promotrici del progetto della Cittadella del Volontariato.

Nel corso dell'incontro è stato illustrato il progetto della "Cittadella del Volontariato" di cui si propone la realizzazione presso i piani seminterrati dell'edificio che ospita la scuola elementare Massimo D'Azeglio. Abbiamo spiegato al Sindaco che questo luogo è stato preferito ad altri poiché per la sua posizione nel centro cittadino, per le sue caratteristiche e per le sue dimensioni meglio si presterebbe ad accogliere tutte le associazioni e a diventare "la Cittadella del Volontariato": un luogo per l'intera comunità, soprattutto per le sue fasce più deboli, uno spazio di socializzazione per la condivisione di progetti e valori comuni al servizio dell'intero territorio.

Il progetto è pubblico, è il frutto dell'elaborazione collettiva ed è accessibile qui. Si tratta di una prima stesura, così come abbiamo evidenziato al Sindaco, di una piattaforma di partenza, accompagnata dalla garanzia, da parte nostra, della massima collaborazione, del pagamento delle varie utenze e dell' assunzione di responsabilità con l'accensione di opportune polizze assicurative, così come precisato nel progetto medesimo.

Il Sindaco ha mostrato molto interesse e apprezzamento sia per il progetto che per le finalità mutualistiche, e, all'esito di un confronto schietto e sincero tra tutti presenti ha espresso disponibilità a proseguire questo percorso nel rispetto di precise, condivisibili, condizioni.

Sul contenuto di questo incontro verterà la terza assemblea delle rete delle associazioni che come da autoconvocazione si terrà domenica, 16/06, alle ore 17:00, presso la sede dell'Ambulatorio popolare di Barletta in via d'Abundo n. 24.

La realizzazione di questo progetto è circoscritta a tutte le associazioni operanti sul territorio comunale destinate a rientrare tra gli enti del Terzo settore ai sensi dell'art. 4 del D. Lgs 3.7.2017 n. 117 e s.m.i., recante, appunto, il Codice del Terzo settore. Si tratta, quindi, di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, incluse le cooperative sociali e le associazioni, riconosciute o non riconosciute, anche in fase di costituzione, che, senza scopo di lucro, perseguono le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale indicate nell'art. 5 del Codice predetto.

A questi enti è rivolto il nostro appello a partecipare a questo progetto collettivo. Infatti, l'adesione a queste rete è aperta e tale sempre resterà. Di seguito le associazioni e le organizzazioni di volontariato e mutualismo che hanno già aderito al progetto, con l'auspicio che altre ancora decidano di farlo. L'invito è a condividere questo progetto e a partecipare alla prossima assemblea di domenica 16 giugno. Insieme, questa volta, possiamo davvero farcela».
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto