Terzo Settore Lombardia: sinergia fra associazioni e Regione per far fronte alla riforma

L'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità ha aperto oggi, presso la sede della Regione Lombardia, in sala Biagi, i lavori dell'incontro 'Prima attuazione della riforma del Terzo settore in Lombardia'.

"Il welfare di Regione Lombardia - ha ricordato l'assessore - è nato riconoscendo e valorizzando i contributi che enti pubblici, imprese, corpi intermedi e associazioni, famiglie e persone da sempre offrono alla costruzione del benessere comune"

I TEMI DELL'INCONTRO - Durante l'appuntamento è stata focalizzata l'attenzione sul processo di adeguamento statutario degli Enti del Terzo settore che culminerà ad agosto, sulla riforma e la rete territoriale dei Centri di Servizio per il Volontariato a sostegno delle loro attività, ma anche sul Bando regionale presentato l'8 aprile per la presentazione dei nuovi progetti.

DIALOGO COL MINISTERO - "Regione ha all'attivo un proficuo dialogo col Ministero - ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali - per offrire il proprio contributo di esperienza. In questo contesto, mondo del Volontariato e Regione Lombardia sono assolutamente co-attori, come abbiamo dimostrato lavorando insieme per individuare i criteri del nuovo Bando regionale. Il 'tavolo comune di lavoro' che abbiamo avviato dovrà ora affrontare temi come: Registro Unico, aspetti fiscali e servizio civile nazionale, affiancando organizzazioni ed associazioni nei cambiamenti statutari necessari e metterle in grado di moltiplicare le capacità operative".

I DATI LOMBARDI - Le associazioni e organizzazioni di volontariato iscritte nel Registro regionale lombardo sono oltre 8.000. Di esse il 27% sono associazioni di promozione sociale, il 58% organizzazioni di volontariato, il 6,6% associazioni senza scopo di lucro e il 6% associazioni di solidarietà familiare. Ma il numero secondo le ultime stime Istat è di molto superiore, da qui l'impegno della Regione.

AIUTO A ORGANIZZAZIONI NON ISCRITTE NEL REGISTRO - "Un obiettivo che condividiamo col Forum Terzo Settore e Centro Servizi Volontariato lombardi - ha concluso l'assessore alle Politiche sociali - è l'aiuto alle organizzazioni non iscritte al Registro per inserirle nel nostro contesto di regole". Quindi l'assessore ha collegato il Terzo Settore al recupero dei quartieri di edilizia popolare: "Non basta investire molti soldi per rigenerare i centri urbani, occorre il contributo dei volontari".
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto