Domanda e offerta nel Terzo Settore: i dati per capire come migliorare

A quattro mesi dal suo lancio Italia non profit diffonde i primi dati sull’interazione tra la domanda e l’offerta di servizi dedicati al Terzo settore riscontrati sul primo marketplace dedicato al settore. Sulla piattaforma - ora definitivamente attiva e ribattezzata fornonprofit.it - trovano spazio quei soggetti che dedicano in tutto o in parte la loro offerta di beni e servizi al non profit; dal marketing alla ricerca e selezione del personale, dalla logistica al fundraising per passare dalla consulenza strategica ai supporti alla comunicazione. I comportamenti registrati da quanti hanno richiesto preventivi confermano atteggiamenti e prassi tradizionali a fianco a utilizzi in parte inaspettati.

«La piattaforma appena rinnovata conferma la vivacità del settore e la sua necessità di forti iniezioni di professionalità, a partire proprio dall’ufficio acquisti», afferma Giulia Frangione, Amministratore unico di Italia non profit. «Dall’altra parte i fornitori devono mostrarsi maggiormente confidenti con la frammentazione della domanda e quindi anche con le diverse soluzioni che una stessa azienda o professionista può offrire agli enti. L’appuntamento con una Riforma che comunque si fa attendere non può trovare impreparate le organizzazioni e ancor meno coloro che le affiancano nel difficile compito di ripensare ai propri modelli di intervento e di gestione».

Le organizzazioni che utilizzano il marketplace per orientarsi e cercare informazioni hanno dimensioni variabili: circa il 20% ha grandi dimensioni (le entrate annuali sono comprese in un range tra 700mila – 5 milioni di euro), ma lo strumento digitale inizia a diffondersi anche presso enti di dimensioni più piccole ben digitalizzate e in cerca di stimoli per la professionalizzazione.
Il profilo degli utenti più attivi - come prevedibile - è collegato alle fasce più giovani di età, i servizi più ricercati dagli enti ad oggi sono: Formazione, Fundraising, specie per servizi connessi all’avvio dell’ufficio raccolta fondi, Email marketing, e Strategie e piani di comunicazione, Servizi legati al branding.
Su fornonprofit.it molti enti hanno cercato, ad esempio, chi realizza i siti di maggior successo nel non profit, chi gestisce le campagne di comunicazione delle più grandi organizzazioni ed in generale chi affianca gli enti nelle strategie di sviluppo.

Si ha avuto conferma - spiega una nota - come all’aumentare della dimensione economica dell’ente aumenta la capacità di chiedere nel dettaglio i servizi. Se da un piccolo ente ci si aspettano quesiti generali su come aumentare la raccolta fondi, da enti più grandi i bisogni sono meglio descritti e la ricerca si fa più precisa. Inaspettato - definisce ancora la nota - è stato il comportamento di alcuni enti di dimensioni rilevanti (totale entrate annuali superiore ai 3 milioni di euro l’anno) che hanno utilizzato la piattaforma per replicare il meccanismo di una gara ad invito. Essi hanno infatti contattato più fornitori sottoponendo a questi il medesimo brief di fornitura, in modo da poter ricevere offerte diverse (per approccio, tempi, livelli di qualità e costi) da comparare.
Durante la fase beta, in cui alcune funzionalità erano in fase di test e parziali, la piattaforma ha intermediato già 40 richieste di preventivi e sono state attivate 3 procedure di gara, con importi e budget differenti.

Preview Guida
Anche i fornitori hanno espresso diversi approcci al mercato. C’è chi ha riportato un solo tipo di servizio offerto e chi ha espresso tutte le declinazioni possibili dei suoi servizi, facendo maggiormente percepire la verticalità dell’offerta.

Le visite mandate verso i siti dei partner sono 2.300 in 3 mesi, numeri assolutamente significativi in un settore dove fino ad oggi non esistevano marketplace verticali e nel quale la professionalizzazione sta avanzando, favorita dal driver dell’innovazione digitale.

Su fornonprofit.it è da oggi disponibile anche una versione scaricabile gratuita a beneficio del non profit: la Guida tascabile ai fornitori del Terzo Settore per supportare con uno strumento pratico le organizzazioni, anche quelle che hanno meno dimestichezza col digitale. La guida contiene spunti e consigli, indicazioni pratiche per confrontare i fornitori, per conoscerli meglio, per sapere dove sta andando il mercato, e farne parte.
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto