Terzo Settore, pronto supporto di AiutiAMObrescia

Il Terzo settore è in difficoltà e bussa alla porta di AiutiAMObrescia. Al bando indetto per sostenere le realtà socio-sanitarie ed educative segnate dalla pandemia sono arrivate 172 richieste d’aiuto per un ammontare complessivo che supera i 5,9 milioni di euro. Lo rivela Alberta Marniga, presidente della Fondazione Comunità Bresciana che insieme al nostro quotidiano ha lanciato la raccolta fondi ora a quota 16.763.975 euro: «La quantità di domande che abbiamo ricevuto dà l’idea della dimensione del bisogno del Terzo settore. Inizialmente questo bando aveva un budget di 850 mila euro, che abbiamo portato a 1.350.000 per far fronte a un numero maggiore di richieste».

Si attesta quindi a quota 1.550.000 euro il sostegno economico di AiutiAMObrescia a questo fondamentale settore: 200 mila euro erano infatti già stati erogati nel periodo più critico della pandemia. Progetti. Nel dettaglio, prosegue la presidente Marniga, «sono arrivate domande da un milione e mezzo di euro da tredici case di riposo. Quarantotto associazioni che operano in campo sociale per esempio a fianco di bambini, persone fragili e anziani hanno presentato progetti per 1,2 milioni di euro. Ventidue realtà socio-sanitarie hanno chiesto 760mila euro. E 64 scuole, dai nidi alle superiori, hanno avanzato domande per due milioni e mezzo di euro».

Ovviamente è impossibile soddisfare tutte le richieste. Sul giornale in edicola questo giovedì pubblicheremo l’elenco completo delle realtà che otterranno il contributo economico di AiutiAMObrescia. «Invitiamo chi risulterà escluso - spiega la presidente della Fondazione Comunità Bresciana - a inoltrare la propria domanda alla Fondazione Cariplo che ha lanciato un bando da 15 milioni dei quali sicuramente 500 mila euro sono destinati alle realtà della nostra provincia che ne faranno richiesta». Il bando si chiama «Lets go!», scade il 30 giugno, è supportato dalla Fondazione Comunità Bresciana ed è appunto rivolto agli enti del Terzo settore «che durante la pandemia hanno lavorato tantissimo, facendo in silenzio enormi sforzi. Penso ad esempio agli operatori e ai volontari delle case di riposo che con passione e sacrificio si sono presi cura dei nostri anziani impossibilitati ad avere un contatto diretto e quotidiano con i propri parenti. Tanti eroi di un settore fondamentale che hanno garantito servizi alla comunità anche nei tempi più bui della pandemia che abbiamo vissuto».

AiutiAMObrescia sostiene il Terzo Settore con bandi come questo, ma anche con la ripetuta fornitura di strumenti indispensabili come i dispositivi di protezione individuale. A tal proposito ricordiamo le migliaia di mascherine, guanti e camici consegnate in questi giorni.
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto