L'Università Cattolica es il suo impegno nel Terzo Settore

Formazione e ricerca sono le due principali missioni di un Ateneo universitario; accanto a queste, l’Università Cattolica del Sacro Cuore si impegna nel solco della cosiddetta “Terza missione”, cioè quelle attività e servizi che si configurano come un insieme di criteri, sensibilità e strumenti al fine di programmare e attuare la missioni istituzionale dell’Ateneo.

In tal senso, coerentemente con gli insegnamenti della Dottrina sociale della Chiesa, l’integrazione di preoccupazioni etiche e la particolare attenzione all’impatto sociale, culturale e ambientale del proprio operato, costituiscono una premessa ineludibile per la formazione e la ricerca scientifica. L’attenzione ai territori e alle comunità si concretizza anche attraverso tavoli di lavoro specifici per aree tematiche, tra cui “Cattolica per il Terzo Settore”.

“Il Terzo Settore costituisce una parte importante dell’economia e della società italiana, costituito da migliaia di Organizzazioni, Fondazioni, Associazioni, Cooperative sociali, Organizzazioni di volontariato, Enti ecclesiastici, ecc. Il Terzo Settore coinvolge tantissime persone quali volontari e dipendenti, opera in svariati settori della nostra società: lo sport dilettantistico, la cultura , la scuola, l’università, l’assistenza alle persone anziane, la sanità, la ricerca scientifica”, afferma il Professore Marco Grumo, docente di Economia aziendale della facoltà di Economia, Direttore della Divisione Non profit e Impresa sociale di ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società) e Coordinatore scientifico di Cattolica per il Terzo Settore.

“Per il mondo del Terzo Settore l’Università Cattolica del Sacro Cuore mette a disposizione un’esperienza pluriennale nel campo della formazione e della ricerca applicata. Cattolica per il Terzo Settore sviluppa questa mission nel settore del welfare, creando relazioni di valore con lo specifico supporto di una qualificata struttura di docenti, ricercatori e formatori. Si tratta quindi di una piattaforma multidisciplinare che riunisce le migliori professionalità che esistono in Università Cattolica e si pone l’obiettivo di aiutare ed affiancare le Organizzazioni a diventare sempre più rilevanti, innovative, imprenditoriali e solide dal punto di vista sia della sostenibilità economica, sia del progetto strategico e dei servizi offerti”, osserva Matteo Bonacina, Business developer di Cattolica per il Terzo Settore.

L’Università Cattolica si pone a servizio dei territori e della società, mettendo a disposizione le proprie competenze e conoscenze a tutte le Organizzazioni ed Enti del Terzo Setto attente all’impatto sul territorio e sulle comunità di appartenenza.
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto