Conte affida il Paese (anche) alle cure del Terzo Settore

“Cuore pulsante della società”. Così il premier Giuseppe Conte ha definito il Terzo settore e i volontari che in questi giorni bui accendono fiammelle di luce e di speranza, collaborando con gli eroi della prima linea sanitaria – spesso essi stessi eroi - (pensiamo agli operatori della Croce rossa, molti dei quali volontari) e cooperando con loro a livello logistico, dai trasporti alle mense, fino all’allestimento degli ospedali da campo (gli alpini ne hanno montati cinque in pochi giorni).

Nel suo ultimo messaggio agli italiani Conte ha tenuto a sottolineare che a gestire i quasi cinque miliardi stanziati per assicurare il sostentamento di chi non ce la fa più saranno – dietro il coordinamento dei sindaci e dei servizi sociali - i volontari e gli operatori del Terzo settore (dai patronati Acli alle onlus), cui finalmente viene riconosciuta tutta la sua importanza dopo le denigrazioni e il ridimensionamento – a cominciare da quello fiscale - cui era stato sottoposto in questi anni. Negli ultimi giorni non erano poche le voci che si erano levate nei confronti del mancato coinvolgimento di molti enti non profit del terzo settore nell’affrontare l’emergenza coronavirus.

Lo Stato dunque corre ai ripari avvalendosi anche del mondo del non profit, mentre cresce l’inquietudine sociale in tutta Italia per il protrarsi della quarantena. Un’inquietudine denunciata anche dal Papa nella sua omelia durante la Messa in Santa Marta. “In questi giorni”, ha detto Francesco “in alcune parti del mondo, si sono evidenziate conseguenze – alcune conseguenze – della pandemia; una di quelle è la fame. Si comincia a vedere gente che ha fame, perché non può lavorare, non aveva un lavoro fisso, e per tante circostanze. Incominciamo già a vedere il ‘dopo’, che verrà più tardi ma incomincia adesso».

E al centro di tutto mette in risalto i medici e gli infermieri eroi, gli operatori sanitari, le forze dell’ordine, gli addetti alla logistica e ai trasporti, il mondo della distribuzione alimentare, le ong, le onlus, il Terzo Settore e l’esercito dei volontari che nel momento più tragico della Repubblica si prende cura del Paese, a cominciare dai più deboli.
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto