Confassociazioni accoglie nuove organizzazioni no profit

CONFASSOCIAZIONI rafforza la branch del Terzo Settore con l’inclusione di nuove Fondazioni no profit e Organizzazioni di Volontariato. È il caso della Fondazione Inclusione salute e Cura Roma Litorale e di ADMI, l’Associazione dei Dipendenti del Ministero degli Interni impegnata su progetti nel settore oncologo infantile, malattie rare e ragazzi disabili”. Lo ha dichiarato in una nota, il neo Presidente di CONFASSOCIAZIONI Terzo Settore, Massimo Maria DE MEO.

“Un rafforzamento, quello del Terzo settore, fondamentale – ha proseguito DE MEO – per dare un contributo al Paese in una fase difficile come quella attuale dove non solo si deve mitigare il devastante impatto pandemico, sanitario, sociale ed economico che ha colpito tutti e in particolar modo i soggetti più fragili, ma anche ricostruire un modello di sviluppo sostenibile integrato nel nostro Paese. Ringrazio prima di tutto l’ex Presidente della branch, Mario CIAMPI, per il lavoro svolto fino ad oggi e che, con impegno e orgoglio, continuerò, già in questa prima fase, attraverso un rafforzamento sinergico con altre branch di CONFASSOCIAZIONI, come ad esempio BES e Welfare, Fondazioni ITS, Cultura e Istruzione. Con loro struttureremo diversi progetti che, in sintonia con il Piano Nazionale per il Rilancio e la Resilienza, punteranno all’efficientamento degli investimenti UE legati al mondo del terzo settore”.
“Tra le prime iniziative – ha continuato il Presidente DE MEO – accenderemo un faro sui soggetti anziani con difficoltà di mobilità e comprovate esigenze di assistenza medica, come pure guarderemo allo sviluppo di progetti finanziati, in particolar modo per il settore dell’agricoltura e del Turismo sociale, atti a donare, o restituire, una dignità lavorativa a chi ha difficoltà ad includersi socialmente. Un altro punto fondamentale che sarà presidiato nei prossimi mesi è quello dell’effettiva ed equilibrata attuazione della Legge “sul dopo di noi”, semplificando le complesse procedure previste per usufruire di agevolazioni sul piano fiscale e garantendo reali garanzie (assicurative e di servizi) per mantenere le condizioni di vita delle persone non autosufficienti le più dignitose possibili con sostegni alla vita autonoma ed indipendente. Inoltre, particolare attenzione sarà data ai riconoscimenti economici e previdenziali ai caregivers familiari che assistono le persone fragili, così da garantire la scelta di dove, come e con chi vivere, anche in modo supportato, “durante e dopo di noi”.

“L’attivazione del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore che vedrà mettersi in gioco tantissime organizzazioni e associazioni no profit – ha concluso Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI – è una grande sfida e indubbiamente tra i requisiti cardine per essere una parte del tutto non possono mancare un elevato standing, reputazionale e professionale. Caratteristiche che in CONFASSOCIAZIONI sono l’elemento base, la conditio sine qua non per accedere. E il rafforzamento della branch presieduta da Massimo DE MEO con tutte le realtà che rappresenta, puntando alla produzione di beni collettivi quali la fiducia, l’altruismo e la solidarietà, ha tutte le carte in regola per partecipare attivamente a questa grande sfida nazionale”.
news
La posizione delle ASD e SSD di fronte alla riforma del Terzo Settore
22-12-2018
Secondo quanto già previsto dalla Riforma del Terzo settore, come da testo dei dlgs. 112/2017 e 117...leggi tutto
Attività formativa per Enti del terzo settore
08-11-2018
ALESSANDRIA – Prosegue l’attività di formazione del CSVAA proposta agli Enti del Terzo Settore....leggi tutto
Data integration: arriva il «passaporto digitale» per il Terzo Settore firmato Italia non profit
08-11-2018
Che farsene di un documento? Tante cose, soprattutto se facilita la vita e riduce le disuguaglianze ...leggi tutto
Riforma del Terzo Settore: come cambieranno le Associazioni?
08-11-2018
Fornire supporto alla propria rete associativa, ma anche agli altri Enti che fanno riferimento alla ...leggi tutto
Terzo settore: fino al 30 novembre le domande per i contributi
08-11-2018
Livorno – Fino al 30 novembre 2018 le associazioni e gli altri soggetti del Terzo Settore possono...leggi tutto
Terzo settore: 62 milioni per iniziative di livello nazionale e locale
08-11-2018
(Regioni.it 3476 - 18/10/2018) “Le Regioni hanno dato l’intesa all’atto di indirizzo con cui s...leggi tutto